IM, the blog! / La faccia nascosta dell’Euro

058

Caravaggio sulle centomila lire, Bellini sulle cinquemila, Montessori sulle mille e così via; e in Germania, Gauss sui dieci marchi (fin qui normale), i fratelli Grimm sui mille (per la maggior parte dei tedeschi la concreta manipolazione di quella banconota era più favola che realtà). E le altre effigi? Potremmo citarle ma si tratta di personaggi, benché importanti, poco conosciuti al pubblico italiano.

Ma questo è il punto: nelle banconote in euro, sedicente simbolo dell’unità europea, non c’è un solo personaggio. Nessuno. Solo ideali e anonimi esempi architettonici e ponti tipo acquedotti romani. Non esiste persona che possa incarnare uno spirito europeo o semplicemente una memoria europea condivisa, valida per tutti i diciassette stati membri e ancor di più per gli eventuali futuri aderenti, Regno Unito in testa; quest’ultimo sempre in predicato (da altri) di aderire alla moneta comune, ma storicamente possessore di anticorpi utili a rifuggire le peggiori follie europee, stante una esigua minoranza interna simpatizzante con il nemico continentale.

Solamente sulle monete è stata lasciata libertà ai singoli membri di personalizzare la testa, come per dire che alla sovranità nazionale rimangono gli spiccioli.

Sui dollari invece campeggiano le figure dei vari presidenti comunque simbolo dell’unità federale, e soprattutto è scritto in God we trust, e protestanti, cattolici, ebrei, battisti e persino atei vi si riconoscono, forse perché più che simboleggiare uno spirito religioso la frase reca l’auspicio che Dio ce la mandi buona nelle molteplici iniziative d’affari rischiose che l’americano medio intraprende.

E’ un caso? Una moneta comune non è solo un mezzo di scambio, è una questione di fiducia comune, di “trust”.

Che Dio ce la mandi buona (ma non scriviamolo sulle banconote, perché lo spazio per tradurla in una quindicina di lingue non c’è).

[Max Giorgi]

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s