IM, the blog! / Gente a Piazza delle Recriminazioni

015

Ecco, qui è evidente la folla che via via invade la piazza 2.0. E resto scandalizzato dallo scandalismo e indignato dall’indignazione, certo! La voglia di reagire e di cambiare polarità alle cose sembra voler/dover essere giustificata da un antico moralismo, un ditino arrogante sventolato sotto al naso dell’interlocutore. Perché, non basta più testa, qualità e aver ragione?

Sullo sfondo, curiosamente, vengono lasciate salve la Madonna della Recriminazione – cosicché possa essere pregata all’infinito sui social network – e l’Autoscuola Bersani  (l’insegna in bella vista, lì, sui megafoni), nota ai più per il rilascio di patenti di politica.

Dunque, si può dimenticare in allegria il guasto, la falla, che è l’indotto della politica e il conseguente ‘Unknown’ How organizzativo e lavorativo di un Paese intero, spalancatosi a voler esser ‘buoni’, a voler storicizzare, dal 1992. Da Tangentopoli, insomma.

Sì, perché l’occhio mira il facile quantum (deputati, assessori, consiglieri provinciali per 9, 15, 21 mila al mese?), non quanto quel quantum ‘non’ produce o come o dove ‘non’ investe o chi favorisce ecc. E’ un quadro drammatico di un possibile autunno ‘tiepido’, dove strillano e isterizzano i ‘borghesi’, cerca soluzioni e adattamenti, invece, il cosiddetto ‘popolo’, come sempre. E come sempre, rischia di farsi portar via quella ‘necessità’ caduta lì in terra, distratto da un fiume di narcisisti, porca miseria!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s