PortaporTales / M.F. Writtenby, Il grande post [Chapter 1]

11 Marzo.

Amore mio,

questo virus è la scortesia fatta persona.

12 Marzo.

Carissimo,

la crisi, ogni crisi, è la manutenzione che salta. Guarda gli autobus, guardati i denti.

13 Marzo.

Caro amico, fratello mio,

iniziòrno a non far girare più i sesterzi, poi continuòrno a non far girar più le persone; e li sfottérono, li sfottérono…

Così, smisero di girare prima i soldi, e poi smisero di girare anche gli uomini. Vi fu un virus, infatti, che già paralizzava alcuni da cinque, sei, otto anni, e che viveva tuttavia nella zona in ombra chiamata Libera professione, che: uno, inibiva – per natura, per orgoglio – ogni grido d’allarme; due, non rivelava mai la parola difficoltà; tre, restava così a bordo della sua stessa nave che sentiva, via via, andar giù.

Come fosse stato l’ultimo capitano di sé stesso, aveva tuttavia chiaro l’orizzonte – Libera professione -; e non importava che il mancato giro dei soldi avesse avuto origine politica e il mancato giro degli uomini derivasse da una catastrofe naturale, come si diceva in quei giorni. Notava infatti come una linea invisibile ai molti, tenesse insieme le due cose, e come venisse cavalcata senza pudore alcuno.

Da chi?, era la domanda.

Segnali di impossibilità vi furono già a partire dalle aree geografiche più interne almeno due, tre decenni prima, quando un articolo 5 della Costituzione si perse in un tentativo infelice di federalismo e fu piegato in autonomie non ancora autonome, sì, non ancora in grado di emergere dalla provincia di sé stesse. E lì proliferarono avventatezze e superbie e sicumere senza motivo di essere, facilmente governabili da qualsiasi partito centrale delegante. Un virus al primo stadio che chiuse ospedali, prima, e ospedali in faccia ai nuovi medici, poi, seguendo la medesima legge del riordino dei conti che aveva cominciato a chiudere scuole su scuole in faccia ai nuovi docenti, in vero.

Ma un salto qualitativo le Province di sé stesse lo realizzarono quando cominciarono ad articolare il lessèma, la parola Europa; sì, che mancava evidentemente il filo che legasse in coerenza, insieme, un luogo nascosto e infinitesimo a un continente. E così, come stona un vestito di elegante manifattura accostato a un gesto greve o come è inconsapevole un neonato che dice un suono, giusto per recepire il consenso di un genitore (che lo vede così sempre più simile a sé stesso), Europa divenne in pochissimo tempo una semplice estensione di Provincia. E non era forse quella l’origine, l’idea stessa di epidemia?

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s