PortaporTales / M.F. Writtenby, Il grande post [Chapter 4]

17 Marzo.

Amata,

verran giù oroscopi come mosche, decadranno l’”incontrerai”, il “farai”, non avrà più senso “un appuntamento galante verso sera”. I segni, tutti uguali, si riposizioneranno nella loro pagina bianca, posta lì, come una lapide in memoria. Forse il Cancro aggiungerà un malinconico “ti ricordi?”, ogni giorno, fino alla fine della lunga quarantena, ma…

E’ tutto vano… e cucina.

In quel sottile istante in cui fuoriuscire da un destino, da una ruota così obbligata a ripetere all’infinito la sua circonferenza è umanamente necessario (e la partita, in ultimo, va mandata a monte), Libera professione comprese come si trattasse di una peculiarità del suo carattere (al limite di un destino privato), certamente non di una storia diffusa e condizionante, la sua visione, la sua esegesi del contemporaneo e del lavoro.

L’uomo che spiegava le cose con altre cose, l’allegorico naturale (così si definiva di tanto in tanto)… L’allegorico naturale che voleva che il mondo capisse, si sorprese a vedere come il mondo stesso lo amasse solamente (sic!), senza comprenderlo mai. E vivere una simile condanna all’affetto e mai alla comprensione, a ogni latitudine laica, non era affatto semplice, non era affatto accettabile.

Rimaneva in sospeso una domanda, tuttavia: non era forse strategico colpire prima chi per complessione, per figura, era individuo definito a risolversi per sé, a trovar soluzioni e rotte di navigazione in mezzo alla tempesta, anche senza sponde sindacali e ammortizzatori sociali, fino al sacrificio ultimo dell’isolamento e del fallimento? E cioè chi – come si narrava nel capitolo 1 – inibiva ogni grido d’allarme, ogni lamentela, ogni recriminazione?

Ecco, in quella guerra a lento rilascio apparve a un certo punto chiaro il piano sul fronte italiano: in una prima fase i Colonnelli assecondarono, dalle cattedre e dai posti fissi, una naturale tendenza antropologica a concepire il lavoro tout court come lavoro dipendente (a dispetto di ogni altra tipologia proattiva o utile). E, usando come leva un’antica ferita mai rimarginata, ovvero quella dell’evasione fiscale degli anni 80, scatenarono odii mai superati e armarono una siffatta società in guerra civile, infine, di ragionamenti, sempre gli stessi, e di visioni sempre in differita dalla storia.

Percorrere nuovamente conflitti già combattuti, individuare in una sola battuta, con un solo nome – Libera professione – il nemico in casa da fermare, fu davvero molto, molto comodo in quel frangente.

Ma per chi? Ed era esattamente quello l’obiettivo finale? Qualcosa ancora non era chiaro.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s