The Best of…, 2009

Le impronte degli uccelli, Roma 2009. Il senso non è non essere banali e nemmeno essere profondi, casomai esistere malgrado il frastuono. Non disperdersi e avere una voce propria, anche sgangherata se serve. [Paolo Restuccia] Perché questa poesia non ha nulla di soggettivo e anche poco di interiore. Essa nasce, infatti, […] dalla consapevolezza dell’esplosioneContinue reading “The Best of…, 2009”